24/1/14 – Un’iniziativa formativa a sostegno dei Dirigenti Scolastici e delle Scuole – FLC CGIL Roma Lazio e Proteo Fare Sapere Lazio

La FLC Cgil di Roma e del Lazio e l’Associazione Proteo Fare Sapere del Lazio hanno organizzato a Roma venerdì 24 Gennaio 2014, presso la sede della FILT CGIL di Piazza Vittorio n. 113, un seminario di formazione destinato ai Dirigenti Scolastici di Roma e del Lazio sul tema “D. LGS. 33 DEL 14 MARZO 2013 PUBBLICITA’ E TRASPARENZA NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: NOVITA’, PROBLEMATICHE, OBBLIGHI, ADEMPIMENTI”

seminario flc

Ha relazionato e risposto alle domande dell’affollata platea di dirigenti scolastici (oltre 130 presenti) Anna Armone, esperta di diritto amministrativo Responsabile degli affari Generali
Coordinamento Sedi della Scuola Nazionale dell’Amministrazione, sono intervenuti Gianni Carlini, del Centro Nazionale FLC Cgil, Roberta Fanfarillo e Antonino Titone.
Nel corso dell’incontro sono state affrontate tutte le problematiche connesse all’attuazione del D.LGS 33/2013 nelle istituzioni scolastiche e sono stati chiariti dalla dott.ssa Armone tutti gli obblighi e le scadenze che i dirigenti scolastici sono tenuti a rispettare.

In particolare l’intervento di Anna Armone è servito a puntualizzare che le istituzioni scolastiche non sono destinatarie dell’obbligo di nomina del Responsabile della trasparenza, coincidente con il responsabile della prevenzione della Corruzione (L. 190/2012) di competenza esclusiva del Ministro dell’Istruzione, e dell’obbligo di redazione del Programma Triennale della trasparenza che il Responsabile deve attuare.

Come sempre, in presenza di innovazioni legislative significative, come quelle sull’Anticorruzione e sulla Trasparenza amministrativa, per le quali le singole amministrazioni sono chiamate a emanare provvedimenti attuativi, il MIUR non fornisce in tempo utile alcuna indicazione alle scuole, che restano in balia di se stesse e delle più disparate interpretazioni, alle prese con norme difficilmente applicabili alle istituzioni scolastiche, prive di risorse per dotarsi delle tecnologie e delle professionalità necessarie per adeguarsi a quanto previsto dalla normativa.

Grazie alle pressioni della FLC, che in questi ultimi giorni ha più volte sollecitato il MIUR a intervenire per indicare in modo chiaro ed inequivocabile con quali azioni e strumenti la normativa su Anticorruzione e Trasparenza si debba attuare nelle scuole, le OO.SS. sono state convocate per il giorno 29 gennaio 2014.

In quella sede la FLC CGIL ribadirà la sua posizione: il MIUR deve assumersi le sue responsabilità, chiarire gli aspetti controversi, sollevare le scuole da eccessivi adempimenti non strettamente necessari, fornire il supporto indispensabile e le risorse necessarie.

Tutto il materiale presentato nel corso sarà inviato ai partecipanti e a quanti si erano iscritti ma non hanno potuto partecipare.