DIRIGENTI SCOLASTICI: SOTTOSCRITTA L’IPOTESI DI CIR SU FORMAZIONE ED AGGIORNAMENTO PER L’A.S. 2012-2013

Nella mattinata odierna, a più di tre mesi dal primo confronto svoltosi il 6 marzo u.s., è stato possibile sottoscrivere il Contratto Integrativo Regionale riguardante la Formazione e l’Aggiornamento dei Dirigenti scolastici del Lazio.

L’eccessiva lunghezza dei tempi per la sottoscrizione non è dipesa dall’entità delle somme a disposizione (molto scarse ed addirittura ridotte a meno di un terzo rispetto a pochi anni fa) né , come succedeva fino a poco tempo fa, dalla destinazione delle somme disponibili (iniziative di auto-formazione; iniziative di formazione gestite dall’USR Lazio), ma dalla scarsa disponibilità dell’Amministrazione a rendicontare come aveva utilizzato nello scorso anno scolastico la somma a sua disposizione per un mega-corso “Diritto Amministrativo e Strumenti di Semplificazione. I Riflessi sul sistema scolastico” che, come dichiarato negli incontri di informativa, doveva vedere la prestazione professionale gratuita da parte di alte professionalità ( professori universitari, Consiglieri di Stato, Avvocati dello Stato, Consiglieri della Corte dei Conti) e che invece è costato la somma di € 45.225,00  spesi per le seguenti voci: docenze, progettazione e coordinamento scientifico; supporto organizzativo,tecnico ed informatico;  materiali;  direzione del corso; personale amministrativo.  .

Nonostante la richiesta di resoconto fosse stata fatta dalla FLC CGIL sin dal 6 marzo e posta come pregiudiziale alla sottoscrizione del nuovo CIR, solo durante la seduta odierna, e dopo una sosta nella trattativa per consentire ai rappresentanti dell’Amministrazione il reperimento dei dati, sono stati forniti sommariamente i dati relativi ai costi del corso di formazione svolto dall’Amministrazione nello scorso anno scolastico.

Le risorse disponibili, certificate dall’Amministrazione, ammontano ad Euro 38.292,44( 35.326,00 previsti dalla DDG MIUR del 21/12/2012 più 2.966,44 residui dell’anno precedente): saranno utilizzate dall’USR Lazio per le iniziative di formazione previste nel punto 3 della Premessa.

E’ positivo che, nelle modalità organizzative, sia previsto anche il rimborso delle spese di viaggio con mezzi pubblici  sostenute dai Dirigenti per raggiungere i luoghi in cui si svolgono le iniziative di formazione/aggiornamento.

Un discorso a parte merita la somma che nei precedenti contratti regionali era stata destinata ad iniziative di auto-formazione ed accreditata direttamente alle scuole di servizio o di titolarità dei Dirigenti scolastici. Dai dati forniti dall’Amministrazione risulta che le quote assegnate con i CIR del 2007 e del 2008 sono state utilizzate e rendicontate solo da circa il 10% dei Dirigenti scolastici (94 rendicontazioni su 953 quote assegnate); quelle assegnate col CIR del 2009 hanno visto una utilizzazione e relativa rendicontazione da parte di circa il 7% dei Dirigenti scolastici (58 rendicontazioni su834 quote assegnate).

Secondo l’Amministrazione ammonterebbe ad € 190.573,44 la somma assegnata alle scuole per l’autoformazione dei Dirigenti scolastici non rendicontata. Abbiamo forti dubbi sulla reale entità delle somme giacenti presso le scuole ; è probabile che parti di queste somme siano state utilizzate ma non rendicontate. Siccome tali somme non potranno che essere utilizzate, anche nei prossimi anni, per le finalità per cui sono state assegnate, è necessario che venga fatta una seria rilevazione dall’Amministrazione per verificare sia la reale entità sia soprattutto per accertare in quali scuole ( soprattutto dopo il terremoto del dimensionamento ) si trovino tali disponibilità.

Nel Cir sottoscritto viene comunque data la possibilità ai Dirigenti nelle cui scuole ci siano ancora somme per l’autoformazione di utilizzarle per tutto l’a.s. 2013-2014.

Come FLC CGIL abbiamo raccomandato all’Amministrazione di effettuare una rilevazione dei bisogni formativi dei Dirigenti scolastici del Lazio, prima di procedere, quasi in automatico, nella prosecuzione sul tema del mega-corso dello scorso anno scolastico; abbiamo altresì raccomandato di non usare come indice di gradimento del corso la percentuale di presenza , come l’anno scorso, ma di effettuare una valutazione anonima da parte dei Dirigenti corsisti alla conclusione dell’iniziativa di formazione.

Le Organizzazioni Sindacali rappresentative dell’Area V della dirigenza scolastica hanno voluto allegare una dichiarazione unitaria a verbale: in essa si indica all’Amministrazione l’opportunità di costituire un Comitato Tecnico Scientifico, di cui facciano parte anche Dirigenti scolastici, che possa supportare nella rilevazione dei bisogni formativi, nella progettazione delle iniziative di formazione/aggiornamento e nel monitoraggio di esse.

Vedi l’ALLEGATO:  ipotesi_cir_formazione_area_V_2013