Le scriventi Organizzazioni Sindacali di categoria, a fianco degli studenti, dei lavoratori e a difesa del servizio tutto, condannano con fermezza l’atto di oltraggio avvenuto nel Centro di Formazione San Antonio di via Casilina.

L’incendio, doloso, ha distrutto la Direzione del Centro nel tardo pomeriggio del 1° Maggio, così come, precedentemente, erano apparse, sempre nottetempo, scritte offensive. Decisamente atti
intimidatori, rivolti in questo caso alla persona del direttore a cui va tutta la nostra solidarietà. Gli atti intimidatori non appartengono ad una cultura a difesa della trasparenza, della coesione, del
senso di responsabilità del luogo profanato e della democrazia. Gli atti intimidatori appartengono alla paura, all’arroganza, alla codardia, ad una cultura malavitosa, senza scrupoli, senza rispetto delle persone e dei ruoli che ricoprono.
Le scriventi Organizzazioni Sindacali fiduciosi che sia fatta al più presto chiarezza sull’accaduto, chiedono a Roma Capitale un intervento urgente per mettere la struttura in sicurezza a garanzia

di una serena conclusione dell’anno formativo.

SCARICA (PDF, 143KB)