L’FLC CGIL di Roma e del Lazio aderisce al presidio in solidarietà delle 54 persone a bordo della barca a vela Alex, lanciato dalla Rete Restiamo Umani e da  Mediterranea Saving Humans per oggi alle ore 19:30 in Piazza dell’Esquilino. Riportiamo di seguito il testo dell’appello.

 

FATELI SBARCARE! PRESIDIO OGGI H.19:30 IN PIAZZA DELL’ESQUILINO. CONTINUA LA MOBILITAZIONE PERMANENTE

Chiediamo lo sbarco immediato delle 54 persone che si trovano a bordo della barca a vela Alex. Il governo italiano ha negato l’ingresso nelle acque territoriali. Malta ha dichiarato di poter offrire un porto per lo sbarco ma si rifiuta di prendere il coordinamento delle operazioni e di inviare un assetto navale per trasferire le persone. La Alex è una barca a vela di 20 metri, le condizioni a bordo sono critiche e la linea di galleggiamento è molto bassa. È impensabile affrontare una navigazione di oltre 100 miglia. Chiediamo lo sbarco immediato a Lampedusa, porto sicuro più vicino.
Nel frattempo, stamattina la nave Alan Kurdi della Sea Eye ha salvato 65 persone al largo della Libia. Mentre la nave attende una risposta da parte di uno dei centri di coordinamento per le operazioni di salvataggio, il ministro dell’Interno ha dichiarato che i porti in Italia rimangono chiusi, invitando la nave a dirigersi in Tunisia (paese che NON può essere considerato un porto sicuro) o in Germania (ed è sufficiente guardare una carta geografica per comprendere l’assurdità di questo invito).
Il comportamento del governo è, ancora una volta, inaccettabile. Ritroviamoci tutt* in piazza dell’ Esquilino oggi alle ore 19:30, continua la mobilitazione permanente. Per lo sbarco immediato di queste persone, contro il decreto sicurezza bis, per porti e città aperte.

Mediterranea Saving Humans
Rete Restiamo Umani

 

Evento Facebook