Miur, 20 settembre – Secondo incontro sul concorso straordinario per la scuola primaria e dell’infanzia

Il 20 settembre si è tenuto il secondo incontro al MIUR sul concorso straordinario per la scuola primaria e dell’infanzia, previsto dal Decreto dignità.

Le organizzazioni sindacali hanno posto alcune domande in merito alla tempistica e alla procedura del concorso straordinario: questo concorso coinvolgerà sia i diplomati magistrali che hanno conseguito il titolo entro l’a.s. 2001/2002 e i laureati in Scienze della formazione primaria.

E’ stato confermato il requisito dei due anni di servizio, che corrispondono a circa 180 giorni per ogni anno scolastico o servizio continuativo da 1 febbraio fino agli scrutini finali.

Al concorso per i posti di sostegno potranno accedere solo i docenti che sono in possesso della specializzazione, insieme al requisito dell’abilitazione e del servizio.

Le organizzazioni sindacali hanno sollecitato l’emanazione del Decreto ministeriale entro il 10 ottobre 2018,rispettando il termine indicato dal Decreto dignità. L’Amministrazione sta lavorando in questa direzione: l’obiettivo è garantire ai partecipanti l’assunzione a tempo indeterminato già dal 1 settembre 2019.

Come FLC CGIL abbiamo chiesto di ritenere valido ai fini dell’accesso, il servizio di insegnamento svolto su posto di sostegno senza titolo di specializzazione. Inoltre abbiamo sollecitato l’uscita del bando del concorso ordinario a cui verrà destinato l’altro 50% dei posti disponibili per le assunzioni.

Ti potrebbe anche interessare precari: novità sui concorsi della scuola

Fonte: FLC CGIL