Nella giornata di domani, giovedì 21 marzo, in molte piazze italiane si svolge la  XXIV edizione della “Giornata nazionale della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie” che vede la piazza principale nella città di Padova, per dare rilevanza e attenzione ad un fenomeno che viene spesso sottovalutato nel settentrione del nostro paese. Come ogni anno l’iniziativa coinvolge in maniera particolare le giovani generazioni e il mondo della conoscenza, luogo per eccellenza della memoria e dell’educazione alla cittadinanza e alla legalità democratica. “Crediamo nella necessità di sviluppare nelle scuole e nelle università percorsi di antimafia che coinvolgano il territorio, come presidio per una società pienamente libera da condizionamenti”  dichiara Eugenio Ghignoni, Segretario regionale della FLC CGIL di Roma e Lazio  “per tutto questo, come ogni anno, siamo al fianco di Libera e invitiamo tutti e tutte a scendere in piazza”.

Nella nostra regione l’appuntamento è a Formia (LT) a piazzale Caposele, dove alle 9.30 partirà il corteo che attraverserà il centro della città, fino ad arrivare a piazza del Mercato. Qui alle 10.30 saranno letti i quasi mille nomi delle vittime innocenti colpite dalle mafie negli ultimi quarant’anni. Seguiranno quattro seminari e un film in sale adiacenti per tutto l’arco della giornata.

Per ricordare le innumerevoli vittime innocenti di mafia, domani, insieme a Cisl e Uil, saremo presenti in tutte le manifestazioni organizzate in occasione della ‘Giornata della Memoria’. Il messaggio che diffonderemo unitariamente sarà: ‘vogliamo tutta un’altra Italia, libera dalle mafie, libera dalla illegalità, libera dal lavoro sfruttato’”. Così il segretario confederale della Cgil Giuseppe Massafra annuncia la partecipazione della confederazione tutta.

Per maggiori informazioni

Moduli di adesione e proposte formative per il 21 marzo 2019