Con la difesa dei precari la FLC CGIL combatte chi vuole affossare l’INEA

I rinnovi dei contratti a tempo determinato per i precari dell’INEA rappresentano un primo, importante risultato per quei lavoratori e una cocente sconfitta per chi, in primis il direttore generale, ha assunto una posizione autoritaria e non trasparente rifiutando il confronto con le Organizzazioni sindacali. Aver tutelato la continuità lavorativa per il personale precario costituisce la prima condizione per il rilancio di un Istituto che la FLC CGIL ritiene strategico nel comparto degli Enti pubblici di ricerca. Tale rilancio deve però passare necessariamente anche per il rinnovamento dell’attuale gestione, peraltro pesantemente messa sotto accusa in una serie di articoli pubblicati sui principali organi di stampa.Tutti coloro che, stravolgendo le posizioni coerentemente espresse dalla FLC CGIL diffondono voci allarmistiche sul futuro dell’Ente sono complici di questa gestione.