LA SCUOLA NON E’ UNO SLOGAN! BASTA CAOS, VOGLIAMO RISPOSTE! 

Roma, Presidio in Piazza San Silvestro (vicino Prefettura)

Giovedì 14 gennaio 2021, ore 15:30

Il caos istituzionale e organizzativo sulla riapertura delle attività didattiche nelle scuole aggravato dai venti di crisi del governo in carica, non è più tollerabile.

La richiesta di interventi decisi su trasporti e sanità non ha prodotto conseguenti misure incisive da parte del Governo, che naviga su tutto a vista. Si cambiano provvedimenti nazionali quasi giorno per giorno, si moltiplicano le ordinanze regionali, i prefetti assumono decisioni che mettono in discussione l’autonomia scolastica. Il tutto si scarica sulle scuole creando un contesto di profondo disorientamento e caos tra i lavoratori, gli studenti e le famiglie che, assieme in questi giorni, hanno esplicitato il loro disagio attraverso molteplici documenti e iniziative pubbliche.

Bisogna fare presto e colmare i ritardi sin qui prodotti affinchè possa essere assicurato il rientro in presenza alle superiori e mettere in sicurezza gli istituti comprensivi che la didattica in presenza stanno svolgendo da mesi. La scuola non è un parcheggio, né la fornitura di un servizio.

E’ un diritto costituzionale, l’ossatura dell’emancipazione e della democrazia basata sulla conoscenza e l’apprendimento. Lo sforzo generoso dei lavoratori della scuola, unitamente a studenti e famiglie, nell’affrontare la didattica dell’emergenza non può essere considerato uno scenario ormai immutabile.

La scuola, ambiente di relazioni didattico-educative, comunità educante deve essere al primo posto dell’agenda di Governo e degli enti locali.

Le O.O.S.S. Flc Cgil, Cisl Scuola Fsur, Uil Scuola Rua, Snals Confsal e Gilda Unams di Roma e del Lazio dopo l’ennesimo cambiamento di questi giorni chiedono che venga data attuazione subito all’attivazione dei drive-in dedicati a studenti e personale scolastico, annunciati dalla Regione nel corso degli ultimi incontri, omogeneizzazione e tempestività delle procedure operative delle ASL su tutto il territorio regionale; vaccinazione prioritaria (per tutti gli ordini di scuola) degli alunni immuno-depressi e del personale scolastico; cambiamento del Piano Operativo del Prefetto attraverso l’attivazione della fascia oraria unica di ingresso alle ore 8 a scuola degli studenti della scuola superiore nella fase in cui lo stesso risulterà limitato al 50% della popolazione studentesca; fornitura di mascherine FFP2 a tutto il personale scolastico, in luogo di quelle chirurgiche fin qui adottate; prevedere la differenziazione degli orari delle attività produttive, in modo da rendere quasi esclusivi per gli studenti i mezzi di trasporto nell’orario di ingresso a scuola.

Queste le azioni e le necessità della scuola, per liberarsi dagli effetti più nefasti della Dad, per la scuola come diritto e non come privilegio.

Le O.O.S.S. Flc Cgil, Cisl Scuola Fsur, Uil Scuola Rua, Snals Confsal e Gilda Unams di Roma e del Lazio rivolgono un appello alle lavoratrici e lavoratori, studentesse e studenti e famiglie a scendere in piazza in presidio giovedì 14 gennaio 2021 a Roma, in Piazza San Silvestro (vicino Prefettura) alle ore 15,30 per chiedere un’inversione di rotta al Governo, ai prefetti e agli attori istituzionali.