SCIOPERO GENERALE E PRESIDIO dei lavoratori della Formazione Professionale di Frosinone – Martedì 17 Gennaio 2012

AGGIORNAMENTO – COMUNICATO 17/01/2012: Questa mattina,  i lavoratori dell’Agenzia Provinciale Frosinone Formazione, accompagnati dai rappresentanti delle segreterie Regionali e Provinciali di categoria delle OOSS, CGIL CISL UIL SNALS,    hanno scioperato contro la politica miope e distruttrice della Giunta Iannarilli  la quale con il suo insensato operato sta mettendo in discussione il futuro dell’Agenzia stessa.
Lo sciopero ha avuto una grande successo ed  ha visto l’adesione del 70% dei lavoratori, le iniziative di lotta continueranno nei prossimi giorni con azioni di volantinaggio presso i Comuni dove sono ubicate le sedi didattiche  dell’ Agenzia e attraverso un presidio stabile sotto il palazzo della Provincia fino al 20/01/2012, al fine di informare l’opinione pubblica.

MARTEDI 17 GENNAIO 2012

SCIOPERO GENERALE

dei lavoratori della Formazione Professionale di Frosinone

contro

  • il licenziamento dei 34 lavoratori precari da parte della Giunta Iannarilli
  • lo scarso senso di responsabilità dimostrato dalla Giunta che distrugge il sistema della formazione professionale provinciale e mette a forte rischio l’assolvimento dell’obbligo istruzione per circa 1.000 studenti della nostra provincia
  • il depauperamento dell’offerta formativa che vede orari parziali e docenti a prestazione anche per le materie di base

per

  • la valorizzazione delle attività dell’Agenzia che negli anni hanno avuto un incremento passando da 28 corsi e 536 allievi del 2004, a 42 corsi e 1000 allievi dell’anno corrente
  • un’offerta formativa che sappia rispondere in modo efficace a quanto previsto dalle norme attuali in materia di obbligo di istruzione e formazione;
  • la stabilizzazione dei lavoratori precari per i quali sono stati sottoscritti accordi sindacali
  • il pagamento puntuale degli stipendi
  • un piano programmatico che abbia il fine del rilancio dell’Agenzia.

Presidio presso il piazzale antistante il palazzo dell’Amministrazione provinciale di Frosinone

Ore 10,00

RICHIESTE AL PRESIDENTE IANNARILLI

  •  revoca della delibera 565 /2011 atto di indirizzo per annullamento in autotutela della procedura di stabilizzazione
  •  immediato ripristino delle relazioni istituzionali tra provincia e parti sociali
  •  attuazione di una politica diversa da quella operata fino ad oggi dalla giunta circa il ruolo dell’ agenzia, con conseguente attivazione di misure di rilancio e di positivo sviluppo
  •  immediato confronto con la regione e conseguente  istituzione di  un apposito tavolo tecnico per definire il futuro dell’agenzia
  •  ricognizione di tutte le risorse finanziarie disponibili comprese quelle in agricoltura, nonché affidamento di ulteriori servizi utilizzando anche risorse comunitarie
  •  riconoscimento degli accordi sindacali sottoscritti inerenti la stabilizzazione del personale docente e amministrativo e adozione di soluzioni giuridico amministrative diverse da quelle intraprese fino ad oggi circa le cause di lavoro, poiché esistono tutte le condizioni giuridiche ed economiche per farlo
  •  rispetto del CCNL di categoria e della normativa regionale circa i livelli qualitativi essenziali
  •  realizzazione di un piano di rilancio aziendale che dovrà rappresentare la cornice entro la quale collocare le azioni da intraprendere non solo per superare i problemi economici ma soprattutto per il rispetto della natura dei servizi pubblici erogati dall’agenzia, dei principi generali inerenti la salvaguardia degli standard di qualità  della didattica e dei servizi offerti e della salvaguardia dei livelli occupazionali.

L’Agenzia dovrà rappresentare il perno centrale di una rete di governo del sistema formativo provinciale, in tema di  obbligo di istruzione per gli studenti minori e di diritto/dovere di istruzione e formazione professionale, dovrà assumere il fondamentale ruolo sociale necessario per la pianificazione dell’offerta formativa territoriale e il ruolo di elemento regolatore delle interazioni tra gli enti locali e le istituzioni scolastiche anche tramite la costituzione di centri di servizio e di sostegno alla progettazione territoriale.

FLC CGIL – CISL SCUOLA – UIL SCUOLA – SNALS CONFSAL

SCARICA IL VOLANTINO: VOLANTINO.doc