Ricorso riconoscimento anni preruolo svolti su sostegno senza specializzazione

L’FLC CGIL Roma e Lazio, per mezzo del proprio Ufficio Legale Regionale, propone il ricorso individuale al giudice del lavoro competente, rivolto a quei docenti di ruolo e in possesso di decreto definitivo di ricostruzione di carriera, ai quali non sia stato riconosciuto il servizio preruolo svolto, prima del 1999, su sostegno senza il prescritto titolo di specializzazione.

L’Amministrazione opera da anni, infatti, una illegittima discriminazione meramente temporale riconoscendo tali servizi solo se prestati successivamente all’entrata in vigore della L. n. 124/1999, non riconoscendoli invece se prestati prima di tale data.

I giudici della Corte di Cassazione, invece, con numerose recenti sentenze, hanno escluso il carattere innovativo della L. n. 124/1999, e hanno infatti argomentato sostenendo che “privilegiare un’interpretazione restrittiva, limitata al riconoscimento del solo preruolo prestato negli anni successivi all’entrata in vigore della suddetta legge finisce per introdurre una disparità di trattamento fra situazioni che non presentano alcun profilo di diversità quanto all’aspetto che le qualifica, ossia l’essere l’attività resa in difetto del titolo specializzante”. (tra le altre C. Cass, sez. Lavoro, n. 16174 del 17/06/2019)
Disponendo quindi che i servizi prestati su sostegno senza titolo di specializzazione debbano essere riconosciuti senza porre tale discrimine temporale.

 

Il ricorso viene predisposto al fine di ottenere:

– piena valutazione giuridica ed economica del servizio prestato antecedente al ruolo, su sostegno senza titolo di specializzazione, ai fini dell’inquadramento e dell’attribuzione delle successive fasce stipendiali;

– diritto all’emissione di nuovo decreto di ricostruzione che applichi tale riconoscimento;

– riconoscimento delle differenze retributive spettanti, dovute in base al nuovo reinquadramento, riconosciuto sin dall’immissione in ruolo.

 

Possono quindi aderire tutti i/le docenti che ravvisino nel proprio decreto di ricostruzione carriera il mancato riconoscimento di anni preruolo svolti su sostegno senza titolo di specializzazione (ante ’99).

 

Può aderire chi già iscritto alla FLC CGIL o chi si iscrive contestualmente alla manifestazione di interesse al ricorso (per chi non sia iscritto, contattare i nostri consulenti per potersi tesserare qui )

 

Per una prima valutazione contatta l’Ufficio Legale alla mail legale.flcgilromaelazio@gmail.com

 

La documentazione necessaria, per una prima valutazione e poi per l’adesione, è:

– doc. Identità e codice fiscale

– tessera FLC CGIL

– domanda e decreto/i di ricostruzione di carriera recante/i il mancato riconoscimento del preruolo svolto su sostegno senza specializzazione;

– cedolini a campione relativi al servizio di ruolo, prima e dopo il decreto di ricostruzione;

– contratto a tempo indeterminato;

– titolo di studio di cui si era in possesso, per l’accesso alle graduatorie da cui arrivò la convocazione su sostegno;

– certificati di servizio degli anni di preruolo svolti su sostegno senza titolo;

 

ADEMPIMENTI E COSTI

Per gli iscritti non sono previste spese legali.

All’avvio della procedura di adesione al ricorso sarà richiesta all’iscritto la firma della documentazione necessaria e il semplice versamento di 20 euro a titolo di fondo spese.

Il contributo unificato per spese di giustizia dovuto sarà di euro 259 (tassa statale sull’avvio di ricorsi). E’ esente dal pagamento chi ha un reddito familiare inferiore a 34.481,46 euro. SCARICA IL MODULO ESENZIONE QUI